IL TUO ITINERARIO

PARTE 1 - INTERO PERCORSO SU MAPPA

Dal 23-08-2021 al 29-08-2021 (7 giorni)

GIORNO 1 (23/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 1

Mattina

SPIAGGIA MARI PINTAU

mare dipinto: La firma sul quadro è della natura stessa

Significa ‘mare dipinto’. La firma sul quadro è della natura stessa, autrice di un capolavoro esaltato da sapienti pennellate artistiche con mille sfumature azzurro-smeraldo che fanno da contrasto al verde delle colline attorno. Non poteva esserci nome più appropriato. La stupenda spiaggia di Mari Pintau è la perla del territorio di Quartu Sant’Elena: si trova lungo le curve della panoramica per Villasimius

  • Parcheggio: Presente un piccolo parcheggio.
  • Accesso: E’ presente un sentiero tracciato che vi porterà alla spiaggia dal parcheggio in circa 15 minuti.
  • Servizi in loco: Presente impianto balneare e bar
  • Spiaggia e mare: E’ caratterizzata da un arenile composto prevalentemente da ciottoli granitici levigati dal mare, e da alcune parti sabbiose. Alle sue spalle è presente una pineta e la macchia mediterranea, che rendono il paesaggio unico nel suo genere. Le sue acque variano da uno stupendo colore azzurro cristallino intenso al verde smeraldo, e sembrano appunto dipinte da mani sapienti, sono basse, caratterizzate da un fondale inizialmente ciottoloso che subito lascia spazio alla sabbia finissima
  • Protezione dal vento: Poco esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Snorkeling
  • Info utili: Durante la stagione estiva consigliamo di recarsi la mattina presto. E’ molto interessante la storia geologica dell’arenile, caratterizzato da ciottoli che riflettono un colore magnifico in acqua.
  1. Rocce di Cala Regina
  2. Spiaggia di Baccu Mandara
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

VIEWPOINT TORRE CAPO BOI

un panorama surreale, mozzafiato e lunare

La torre di Capo Boi prende il nome dall‘omonimo promontorio, costruita dagli aragonesi, agli inizi del 1500, ad un’altezza di 119 metri, in un punto strategico, per sorvegliare il mare e prevenire gli attacchi dei saraceni. Faceva parte di un sistema difensivo costituito in totale da 8 torri, ciascuna delle quali poteva comunicare con la precedente e la successiva. Si entrava grazie all’apertura (ancora visibile) posta nella parte alta della torre a cui si accedeva per mezzo di una scala a pioli che veniva poi rimossa dalle guardie una volta entrate nella torre e che in tal modo diventava inespugnabile. Purtroppo attualmente non è visitabile. Nei pressi della torre il viewpoint è a dir poco spettacolare.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: Si, circa 600 metri dal parcheggio  al Belvedere.
  • Orario ideale: Durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Totalmente assenti

Pomeriggio/Sera

SPIAGGIA
CAPO CARBONARA

Un magnifico angolo di paradiso nascosto

Ricchezza di specie vegetali e animali, tra cui la pinna nobilis (enorme mollusco bivalve), limpidezza delle acque, colori del mare, sabbia e granito rendono unico un tratto di mare dove deliziose calette e splendide spiagge si alternano a promontori erosi dal tempo. Non solo una spiaggia, ma un’area marina protetta di enorme valore naturalistico. La spiaggia di Capo Carbonara è una piccola spiaggia sulla punta meridionale della Sardegna, nel territorio di Villasimius. Viene anche chiamata spiaggia di Cava Usai, per la presenza della vecchia cava oramai dismessa. 

  • Parcheggio: Presente un parcheggio nei pressi della spiaggia. 
  • Accesso: Adatto a tutti.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: Una spiaggia mista fra sabbia dorata a grani medi, e pietre. Sulla sinistra la spiaggia si interrompe su una serie di scogli, mentre sulla destra l’arenile è composto principalmente da ciottoli. Il mare, verde e limpido, è caratterizzato dalla presenza di qualche scoglio in acqua e dal fondale prevalentemente roccioso.
  • Protezione dal vento: Poco esposta dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, Snorkeling, escursioni in mare.
  • Info utili: E’ una magnifica zona all’interno dell’area marina protetta.
  1. Area Marina Protetta Capo Carbonara
  2. Cava Usai
  3. Viewpoint Panoramico
  4. Faro di Capo Carbonara
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

VIEWPOINT TORRE DI PORTO GIUNCO

Un punto panoramico tra i mille colori della natura

La torre di Porto Giunco faceva parte del sistema difensivo di torri che furono costruita dagli spagnoli tra XVI e XVII secolo sui promontori delle coste della Sardegna meridionale per avvistare e difendere l’isola dalle incursioni dei pirati barbareschi.  Ora questo, è un punto panoramico straordinario raggiungibile con un facile sentiero dalla spiaggia di Porto Giunco. Tornando al passato, ciascuna torre fù costruita in modo da essere visibile sia dalla torre precedente che dalla torre successiva, consentendo così una veloce comunicazione lungo tutta la costa con luci e segnali. La torre subì nel tempo diversi attacchi e fu ristrutturata più volte; nel 1721 fu abbandonata, ma riprese la sua funzione nel 1758. L’anno più intenso fu il 1812, quando la Sardegna era già parte dello stato sabaudo, la torre fu assediata da una flotta di navi da guerra tunisine che avevano attaccato anche le torri dell’isola dei Cavoli, di Serpentara, e di San Giovanni di Sarrala, ma resistette. L’ultima citazione nota la dà ancora in servizio nel 1843, per poi essere abbandonata definitivamente oltre 20 anni dopo. Nel 1867 il decreto regio stabili che tutte le torri aragonesi dell’isola non facessero più parte del sistema difensivo delle coste, cadendo definitivamente in disuso. 

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: Si, dal parcheggio circa 20 minuti.
  • Orario ideale: Tramonto o durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Sulla spiaggia di Porto Giunco.
  1. Video diffuso dalla Regione Sardegna su Porto Giunco.

Consigli per cena

Ristorante IL MIRAGGIO

  • Location: Villasimius (CA) – In spiaggia
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (809 recen.)

Agriturismo SA BINGIA

  • Location: Villasimius (CA) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (662 recen.) 

Ristorante SA TANKITTA

  • Location: Villasimius (CA) – Al centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (2210 recen.) 

Ristorante GNOCCO &

  • Location: Villasimius (CA) – In città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (316 recen.) 

GIORNO 2 (24/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 2

Mattina

SPIAGGIA PORTO SA RUXI

una spiaggia incantata con un ginepro secolare da copertina

Guardandola dall’alto, noterai subito la sua curiosa forma a tre arcate: in realtà, più che una spiaggia unica è un gruppo di tre calette dal profilo a mezzaluna, separate tra loro da piatti scogli di granito. La sua fisionomia non è però l’unica caratteristica che rende affascinante Porto sa Ruxi: la spiaggia è immersa in uno scenario naturale selvaggio alle porte di Villasimius, incastonata tra scogliere e pareti rocciose. Alle spalle, dune di sabbia coperte da ginepri secolari, pini marittimi e profumati cespugli di mirto, che ammirerai percorrendo il sentiero di collegamento tra parcheggi e litorale.

  • Parcheggio: Presente un parcheggio a pagamento.
  • Accesso: Dal parcheggio si può arrivare alla spiaggia principale direttamente.
  • Servizi in loco: Presente servizio di balneazione e bar
  • Spiaggia e mare: Il mare cristallino, ha un colore turchese cangiante, con un fondale sabbioso e basso, mentre l’arenile è posto in maniera scoscesa verso la battigia. In acqua sono presenti scogli, che insieme alle due scogliere principali.
  • Protezione dal vento: Poco esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Snorkeling, SUP, kayak.
  • Info utili: Nella bellissima spiaggia è anche presente un ginepro secolare, specie protetta. Porto Sa Ruxi è inoltre diventata, dal 2020, a numero chiuso. La spiaggia potrà ospitare un numero massimo di 450 bagnanti. Il costo di accesso è € 10,00 ad auto (+ € 1,00 a persona) oppure € 5,00 a moto. Consigliamo di raggiungere la spiaggia la mattina presto intorno alle 08:30.
  1. Cala Sirena
  2. Torre di Capo Boi
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

Pomeriggio/Sera

VIEWPOINT VILLASIMIUS/CASTIADAS

Un panorama particolare, un angolo speciale

Punto panoramico molto bello lungo la strada panoramica tra Villasimius e Castiadas, Stupendo! Molto ben organizzato per parcheggiare la macchina e fare una piccola sosta. Il marciapiede e la ringhiera (molto bella ed elegante) lo rendono un posto sicuro anche per i bambini e anziani.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Totalmente assenti

SPIAGGIA
MONTE TURNO

La baia dall'incantevole sabbia morbida

Un’incantevole baia di sabbia morbida che si immerge nel mare cristallino scelta come spiaggia più bella del 2018 dagli esperti di Skyscanner, sito web leader nel mondo delle vacanze, stilata in base a pulizia dell’arenile, limpidezza delle acque e paesaggio. Cala di monte Turno deve il nome all’inconfondibile, tondeggiante profilo del rilievo che si staglia alle sue spalle. Si distende per 300 metri a forma di arco alle porte del lungo e splendido litorale di Costa Rei, compresa tra lo scoglio di sant’Elmo a nord e la marina di san Pietro a sud, nel territorio di Castiadas. A renderla particolarmente suggestiva è il contrasto tra celeste e turchese dell’acqua cristallina, il verde della lussureggiante vegetazione, lo scuro della roccia vulcanica del colle a ridosso, spezzati dal bianco acceso della sabbia morbida e fine. 

  • Parcheggio: Presente a pagamento
  • Accesso: Per tutti, vista la presenza del parcheggio a pochi metri dalla spiaggia.
  • Servizi in loco: Presente stabilimento balneare e bar.
  • Spiaggia e mare: Baia con forma ad arco, con sabbia bianca fine che in riva assume un colore quasi ambrato. Il bellissimo mare trasparente ha un colore tra il turchese ed il verde smeraldo, ricco di fauna marina. Agli estremi della spiaggia son presenti scogli che rendono il paesaggio un vero spettacolo.
  • Protezione dal vento: Esposta ai venti.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkelig
  • Info utili: Dalla spiaggia è possibile inoltrarsi negli scogli verso Nord e godere di alcune zone in tutta privacy.
  1. Monte Turno 
  2. Nuraghe Gibe Truttiri
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/ALTO
Luglio= ALTO
Agosto= ALTO

Consigli per cena

Ristorante IL MIRAGGIO

  • Location: Villasimius (CA) – In spiaggia
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (809 recen.)

Agriturismo SA BINGIA

  • Location: Villasimius (CA) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (662 recen.) 

Ristorante SA TANKITTA

  • Location: Villasimius (CA) – Al centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (2210 recen.) 

Ristorante GNOCCO &

  • Location: Villasimius (CA) – In città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (316 recen.) 

GIORNO 3 (25/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 3

Mattina

SPIAGGIA
PUNTA MOLENTIS

fascino inconfondibile, location per alcuni spot pubblicitari

Azzurro e turchese del mare, bianco luminoso della spiaggia, punteggiata di rosa sulla battigia, e verde della macchia mediterranea. Sono i colori da cartolina di Punta Molentis, una delle perle di Villasimius (e di tutto il sud Sardegna), che troverai lungo la provinciale panoramica per Castiadas e Costa Rei. Le acque cristalline bagnano la sabbia candida e fine, i cui riflessi illuminano la costa.

  • Parcheggio: Presente a pagamento per qualsiasi mezzo.
  • Accesso: Per tutti dal parcheggio a pagamento.
  • Servizi in loco: Presente stabilimento balneare, bar e ristorante.
  • Spiaggia e mare: Ha una conformazione ad arco ed è costituita da sabbia bianca finissima, con tenui striature rosa nella battigia. Sul lato sinistro è racchiusa da un piccolo promontorio ove la sabbia si interrompe per lasciar spazio alla scogliera, mentre sul lato destro un ammasso di rocce caviche costituiscono l’altra estremità della spiaggia. Il mare cristallino presenta una bellissima colorazione che varia dal verde smeraldo chiaro, al turchese, all’azzurro. Il fondale è basso ed ha carattare sabbioso, con la presenza di qualche masso in corrispondenza dei due lati della spiaggia.
  • Protezione dal vento: Abbastanza riparata.
  • Attività consigliate:  SUP, kayak, snorkeling, hiking e trekking. 
  • Info utili: Durante la stagione estiva consigliamo di recarsi la mattina presto, è una delle spiagge più popolari della Sardegna. E’ considerata un vero e proprio monumento naturale, per questo motivo l’ingresso è limitato attraverso l’acquisto di un ticket tramite questo sito internet.
  1. Antica cava di granito
  2. Viewpoint panoramico
  3. Acquista il ticket per la spiaggia di Punta Molentis. Fai attenzione, agosto è solitamente Full Booked almeno un mese prima.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/ALTO
Luglio= ALTO
Agosto= ALTO

Pomeriggio/Sera

SPIAGGIA CALA PIRA

una spiaggia di granelli di quarzo e frammenti corallini

Spiagge della Sardegna nord, la bellissima cala pira

Un arco lungo 400 metri di finissima sabbia bianca che si immerge nel mare dalle tonalità turchesi con sfumature verde smeraldo, contornato da soffici dune coperte di ginepri secolari che le conferiscono un aspetto selvaggio. Appare l’abbagliante Cala Pira, un piccolo angolo di paradiso, una delle spiagge più belle dell’intera Sardegna. Nella sua battigia la sabbia, mista a minuscoli frammenti corallini, si accende di sfumature rosa illuminata dai riflessi del sole. Alle estremità due scogliere granitiche proteggono il candido arenile e lo inebriano di profumi mediterranei. Nel piccolo promontorio a nord, detto ‘roccia del Cappuccino’, è arroccata una cinquecentesca torre d’avvistamento. 

  • Parcheggio: Presente un parcheggio a pagamento.
  • Accesso: Dal parcheggio si può arrivare alla spiaggia principale direttamente.
  • Servizi in loco: Presente servizio di balneazione e bar
  • Spiaggia e mare: Caratterizzata da una distesa di sabbia bianca finissima, seppur non larga, la bellissima spiaggia risulta piuttosto lunga ed a forma di arco. Il fondale è basso e sabbioso, mentre il meraviglioso mare cristallino è di un bellissimo colore turchese con sfumature di verde smeraldo e risulta solitamente calmo.
  • Protezione dal vento: Poco esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Snorkeling, SUP, kayak.
  • Info utili: Ideale anche di sera, quando il sole inizia a scendere. Sullo sfondo l’isola di Serpentara contribuisce al fascino della baia. Mentre, alle spalle, in lontananza, svettano le cime del parco dei Sette Fratelli, oasi per rilassanti passeggiate che fa da quinta scenografica alla stupenda costa del Sarrabus.
  1. Strada panoramica da Villasimius direzione Castiadas spettacolare.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

SPIAGGIA CALA SA FIGU

Una baia incantata con 2 splendide calette

Cala Sa Figu, insieme a Porto De S’Illixi, sono due bellissime calette situate nella località di Capo Ferrato nel comune di Muravera. Si trovano una a fianco all’altra a distanza di 200 metri. Sono separate da una lingua di roccia granitica ed entrambe sono incorniciate da una vegetazione mediterranea molto fitta che rende il paesaggio ancora più selvatico. Cala Sa Figu rimane molto appartata ed è caratterizzata da una sabbia fine e bianca e da un fondale trasparente sia sabbioso che roccioso. 

  • Parcheggio: Presente gratuito.
  • Accesso: Dal parcheggio circa 15 minuti. Non adatto a persone con poca mobilità motoria per il primo tratto di discesa. 
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: La sabbia ha un colore bianco non candido, a grani grossi e caratterizzata da piccolissimi sassolini e dalla presenza di numerose conchiglie. Risulta circondata da un costone roccioso ricoperto di macchia mediterranea, mentre sulla sinistra termina in una grande scogliera nella quale si trovano spettacolari anfratti ove il mare assume colori spettacolari grazie al fondale roccioso. Il mare è caratterizzato da bellissimi colori tendenti al verde intenso, dal fondale prevalentemente sabbioso.
  • Protezione dal vento: Riparata dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling.
  • Info utili: Entrambe le cale sono spettacolari, rappresenta una zona selvaggia e quindi poco battuta
  1. Turtle rock sentiero costiero.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/BASSO
Luglio = MEDIO
Agosto= MEDIO/ALTO

Consigli per cena

Ristorante IL MIRAGGIO

  • Location: Villasimius (CA) – In spiaggia
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (809 recen.)

Agriturismo SA BINGIA

  • Location: Villasimius (CA) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (662 recen.) 

Ristorante SA TANKITTA

  • Location: Villasimius (CA) – Al centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€€ (Medio/Alto)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (2210 recen.) 

Ristorante GNOCCO &

  • Location: Villasimius (CA) – In città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (316 recen.) 

GIORNO 4 (26/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 4

Mattina

PANORAMICA LAGO DI GUSANA

Tra relax, scenari incantevoli e battute di pesca

ll bacino artificiale di Gusana è stato originato dallo sbarramento sul rio Gusana messo in opera tra il 1959 ed il 1961. La sua funzione principale era quella di produrre energia idroelettrica grazie a tre centrali, ma viene usata in parte anche per l’irrigazione dei campi. Passando da Gavoi percorrerete i panoramici tornanti della SS128 della Barbagia di Ollolai, costeggiando l’incantevole lago di Gusana. Il lago di Gavoi risulta incastonato tra i monti Littederone e Nodu e Sos Arcos. le ripide e verdi pareti, ricoperte di roverelle, conferiscono al bacino un aspetto naturale e armonioso, anche se in realtà la sua origine è artificiale. Alle sue spalle, in direzione di Fonni, il paesaggio é dominato in lontananza dalle alte montagne del Bruncu Spina e le altre vette del Gennargentu.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Qualsiasi
  • Punto ristoro nei dintorni:  Nessuno

BORGO GAVOI

IL PAESE INCANTATO DELLA BARBAGIA DI OLLOLAI

Un piccolo  e splendido villaggio di pastori e di allevatori di cavalli, noto soprattutto per il famoso pecorino fiore sardo dop – per cui è presidio slow food. Gavoi è un gioiello nel cuore selvaggio della Sardegna, insignito dal Touring club della Bandiera arancione e ad alta vocazione culturale, che ha saputo farsi conoscere al di fuori dell’isola. Case di granito a vista, l’autentico museo casa Porcu Satta, l’incredibile paesaggio naturale nei dintorni e le tradizioni culturali e gastronomiche: Gavoi è un Must.

  • Museo Casa Porcu Satta: L’esposizione, il lavoro e il gioco, la musica e il ballo, il lutto e la festa, la religiosità e la superstizione: questi sono i caratteri identitari rappresentati a Casa Porcu Satta da oggetti antichi, fedeli riproduzioni e ricostruzioni, esempi caratteristici di artigianato locale. Attraverso il museo etnografico Casa Porcu Satta si consente di non dimenticare e di riflettere su ciò che ha caratterizzato il passato. Apertura su Prenotazione: chiamare al numero Tel.0784/53633 almeno due giorni prima della visita 
  • Fiore Sardo DOP: Siete nella terra del formaggio che da 3000 anni viene consumato da noi sardi. Per questo motivo consiglio di acquistarlo in qualsiasi caseificio presente nel borgo per poi gustarlo di fronte a qualche panoramico viewpoint. Il Fiore Sardo è un formaggio antico il cui gusto nobile ha attraversato i millenni per arrivare intatto sino a noi. Consumato in tutta la Sardegna sin dall’Età del Bronzo, pur adeguandosi nel tempo alle nuove tecnologie, non ha mai mutato le procedure di produzione. Procedure che richiedono maestria artigiana, attenzione certosina, gesti pazienti e cura meticolosa.
  • Chiesa parrocchiale di San Gavino e centro storico: La chiesa è situata su un’altura nel centro storico del paese, di cui è la parrocchiale.  La chiesa è in stile gotico-catalana,  sia la navata centrale sia le tre cappelle laterali hanno volta ogivale, con i costoloni in vulcanite rossa, come altre chiese della zona
  • Strada Panoramica SS128: Il passaggio per Gavoi dall’ogliastra non è fatto a caso: scendendo a sud del borgo infatti, lungo la tortuosa e spettacolare SS 128, si arriva al  pittoresco lago artificiale di Gusana, dall’aspetto alpino, alimentato dal fiume Taloro e circondato da fitti lecceti. Le acque sono blu intenso d’inverno, mentre d’estate, a causa di alcune alghe, assumono un colore verde. La sponda orientale è la più spettacolare.

Pomeriggio/Sera

MAMOIADA

Riti ancestrali , prelibatezze culinarie e tradizioni centenarie

Tradizione e passione al centro della Sardegna: un magnifico ed ospitale borgo a 16 chilometri da Nuoro ti catturerà con l’arte, prelibatezze culinarie, riti ancestrali e le stupende vie del centro. Una terra in cui nei rilievi si sviluppano i ‘sentieri dei pastori’, strade della transumanza divenute itinerari di trekking e biking. Sarete i benvenuti nella terra del formaggio, del carasau, dei mamuthones e della splendida arte raffigurata attraverso i murales in un vero e proprio museo a cielo aperto.

  • Museo delle maschere: Un punto di contatto tra tradizioni sarde e di altre regioni mediterranee rappresentato dalle maschere carnevalesche e svelato in un luogo di cultura unico nel suo genere. Il museo delle Maschere del Mediterraneo di Mamoiada, è un must da visitare che tra  Mamuthones e Issohadores, concentra l’attenzione sulla matrice comune tra riti isolani, in particolare barbaricini, e quelli tipici di altre civiltà di terre più o meno vicine, bagnate dallo stesso mare. In basso il link su orari e costi.
  • Maschera del mamuthone: E’ il primo vero monumento che si incontra all’ingresso, il simbolo, ovvero la Maschera del Mamuthone. Ottimo punto instagrammabile e da condividere sui vostri social.
  • Sa Perda Pintà (o Stele di Boeli): La Stele di Boeli, meglio conosciuta come sa Perda Pintà, ossia ‘la pietra decorata’, è un megalite di granito lavorato e inciso risalente alla cultura di Ozieri, ossia al Neolitico finale (3000 a.C. circa). È l’unica pervenutaci integra, decisamente la più grande e rappresentativa di una serie di lastre simili rintracciate nel territorio del borgo mamoiadino.
  • Murales, sculture e monumenti: Mamoiada non è nota come la vicina Orgosolo per i suoi muralesma risultano comunque interessanti attraverso una semplice camminata al centro del paese. Ammirerete diverse sculture che vanno a formare un itinerario interessante.
  • Visita alle cantine: Mamoiada da qualche anno ha riscoperto la cultura del vino e della vite. Diverse cantine offrono esperienze in vigna e abbinano alla visita anche la degustazione dei propri vini.

SORGENTE SU GOLOGONE

Evoca acqua freschissima ​e verde generoso

Su Gologone, ai piedi del monte Uddè, è la più importante sorgente sarda, monumento naturale dal 1998, e principale risorgiva del vasto sistema carsico del Supramonte. Nel corso dei millenni l’acqua ha scavato meandri attraverso le viscere del sottosuolo per riaffiorare in superficie come un piccolo lago incastonato tra alte pareti di roccia dolomitica. Le sue sfumature vanno dal verde smeraldo al turchese, sino al blu intenso, a seconda dei riflessi del sole. Ascolterai l’incessante scroscio dell’imponente massa d’acqua oligominerale purissima, in media 500 litri al secondo, che sgorga da una spaccatura vertiginosa perennemente ricolma. Limpidezza e profondità sono una sfida irresistibile riservata a speleosubacquei che arrivano da tutto il mondo: nel 2010 Alberto Cavedon l’ha esplorata sino a 135 metri. 

  • Orario: Tutti i giorni – 09:00 / 20:00
  • Ticket d’ingresso: € 2,00 a persona
  • Prenotazione: Non è necessaria, consigliamo in ogni caso di chiamare per chiedere informazioni.
  • Abbigliamento: Comodo adatto alla stagione
  • Recensioni Google: 1846 recensioni – 4,6/5 Giudizi
  • Consigli: La visita dura 20 minuti (solo per la sorgente), consiste in una spiegazione da una guida sulle fonti carsiche di Su Gologone e si arriva fino ad una terrazza soprastante la sorgente da cui ci si può affacciare. Si può comunque godere del punto ristoro e di altre piccole attrazioni del Parco come la chiesa rupestre.

Consigli per cena

Ristorante SA TURRE

  • Location: Orosei (NU) – in città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (2417recen.) 

Agriturismo SU BIRDE

  • Location: Orosei (NU) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (206 recen.) 

Ristorante S’ORTALE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,7/5 (83 recen.) 

Ristorante BELO HORIZONTE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (510 recen.) 

GIORNO 5 (27/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 5

Mattina

SPIAGGIA DI
CALA FUILI

Tra spiaggia di ciottoli e acque cristalline

Una meraviglia da film, che compare nel set di ‘Travolti da un insolito destino’ (1974) con Mariangela Melato e Giancarlo Giannini. È l’ultima caletta raggiungibile in macchina o in bici da Cala Gonone, la strada si interrompe dove inizia la discesa a piedi verso la spiaggia. La piccola, incontaminata e panoramica Cala Fuili, nel territorio di Dorgali, poco distante dalle Grotte del Bue Marino, ti stupirà per fondale basso, acque incredibilmente trasparenti e mare dalle tonalità che vanno dal verde al turchese.

  • Parcheggio: Assente un vero e proprio parcheggio. I mezzi vengono parcheggiati lungo la strada.
  • Accesso: Non adatto a persone in carrozzina. E’ presente una piccola scalinata che dopo 10 minuti ti conduce alla splendida caletta.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: Arenile composto da piccoli sassolini levigati, circondata da alte pareti rocciose sulle quali svetta la macchia mediterranea. Il bellissimo mare cristallino è di colore turchese con un fondale che si abbassa lentamente, con qualche roccia ma prevalentemente sabbioso.
  • Protezione dal vento: Riparata dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling, hiking e trekking. 
  • Info utili: Durante la stagione estiva consigliamo di recarsi la mattina presto. Ideale per relax e snorkeling.
  1. Cala Gonone
  2. Da Cala Fuili parte un sentiero tracciato che dopo circa 1 ora, immersi nella macchia mediterranea, ti porterà fino a Cala Luna, altro splendido gioiello del golfo di Orosei.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

Pomeriggio/Sera

VIEWPOINT E STRADA CALA GONONE

Probabilmente la vista più bella della costa orientale

Chiunque debba raggiungere Cala Gonone da Orosei percorrerebbe questa splendida strada panoramica, con vista sull’intera baia, la macchia mediterranea, i canyon e magari qualche capra selvatica che vive in zona. Il viewpoint inserito è una spettacolare terrazza panoramica con vista mozzafiato. C’è un piccolo punto ristoro, perfetto per fare aperitivo o godere di alcuni momenti di meritato relax.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Chiosco Monte Longu.
  • Chiosco Monte Longu: Per un magico aperitivo con prodotti tipici

GROTTA
DI ISPINIGOLI

Una delle meraviglie sotterranee dell’Isola si trova nel Nuorese

Un caleidoscopio di forme e colori dal passato misterioso, dentro le viscere terrestri. La visita a Ispinigoli è un’emozionante e suggestiva discesa nel sottosuolo, all’interno di una sala di 80 metri di diametro, che ti colpirà per bellezza naturalistica e valore storico. Dentro la grotta, aperta al pubblico dal 1974, camminerai attraverso un percorso attrezzato: il fresco perenne, circa 15 gradi sempre, ti accompagnerà lungo i 280 gradini della discesa. Varcato l’ingresso, dal terrazzamento naturale, lo sguardo sarà catturato da una colonna alta 38 metri, tra le più imponenti in Europa, maestosa concrezione calcarea che unisce volta e base della cavità. È l’inizio di uno spettacolo che ti rapirà gli occhi. Un ambiente eccezionale in ogni dettaglio: dalle enormi concrezioni che spiccano dalle pareti alle piccole e minuscole stalagmiti, fino alle formazioni ondulate. È un gioco di colori e chiaroscuri, sempre più intenso man mano che si scende lungo la scala in profondità, sfiorando il calcare giallastro con varie forme e sfumature, fino alla base dell’enorme colonna.

  • Orario: Marzo/Ottobre dalle ore 10:00 – 17:00 (Gestito da Soc. Ghivine)
  • Ticket d’ingresso: Intero € 8,00 a persona; € 4,00 bambini. 
  • Prenotazione: Necessaria.
  • Abbigliamento: Comodo adatto alla stagione, scarpe chiuse, almeno 2 Lt. d’acqua
  • Recensioni Google: Numero recensioni 1692; Giudizio 4,6/5
  • Consigli: Uno spettacolo naturale assolutamente da esplorare durante il proprio viaggio in Barbagia.

Consigli per cena

Ristorante SA TURRE

  • Location: Orosei (NU) – in città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (2417recen.) 

Agriturismo SU BIRDE

  • Location: Orosei (NU) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (206 recen.) 

Ristorante S’ORTALE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,7/5 (83 recen.) 

Ristorante BELO HORIZONTE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (510 recen.) 

GIORNO 6 (28/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 6

Mattina

TOUR IN
BARCA CALA GONONE

Tour di 7 ore - "Escursioni Cala Gonone"

Un tour realizzato da professionisti che lavorano con  passione e amore per la costa di Orosei, ricca di bellissime calette accarezzate da un mare cristallino. Con questa splendida escursione avrete un ricordo che con il tempo diventi nostalgia di una vacanza indimenticabile. Una vacanza per lasciarsi alle spalle lo stress e la frenesia della vita quotidiana, per ritrovare se stessi, immersi nei profumi e nei colori di Cala Gonone. Quella che suggeriamo noi è la minicrociera in gommone con skipper, in assoluto la più completa e rilassante e permette di ammirare la suggestiva costa del Golfo di Orosei, tra Cala Luna, Cala Briola, Cala Mariolu.

  • Costo e Durata: Da € 50,00 a persona in relazione al periodo – 7 ore
  • Distanza, difficoltà: Semplice
  • Guida: Escursione in barca con skipper – Azienda Escursioni Cala Gonone
  • Orario e location punto d’incontro: Da concordare con l’azienda
  • Recensioni Google: 204 Recensioni – 4.7/5 Giudizio
  • Consigli: Rappresentano il TOP delle escursioni in barca con skipper con partenza da Cala gonone, consigliamo citare il nome della nostra azienda al momento della prenotazione. Pagamento da effettuare direttamente a Escursioni Cala Gonone, qua in basso tutti i contatti per avere maggiori informazioni e prenotare

Pomeriggio/Sera

PARCO S'ABBA FRISCA

Un magnifico parco ricco di piante, cascate e animali

Un tuffo nel passato in un piccolo villaggio ristrutturato immerso in un parco ricco di piante, cascate e animali. Nella vallata di Littu, in territorio di Dorgali, dominato dai bastioni calcarei Ruiu e Irveri, sorge il Parco Museo S’Abba Frisca (l’acqua fresca). Deve il suo nome alla ricchissima sorgente carsica sita all’interno del parco che alimenta le fontane, il laghetto e le suggestive cascate circondate dai maestosi pioppi bianchi. A soli due chilometri dal Golfo di Orosei, considerato tra gli scenari costieri più belli della Sardegna, S’Abba Frisca si colloca in un ambiente fiabesco, tra camminamenti megalitici, un fitto bosco di lecci, agrumeti e alberi secolari che regalano ombra e fresco anche nelle giornate più calde

  • Costo e Durata: € 12,00 adulti; € 6,00 bambini – Circa 1 ora
  • Difficoltà: Semplice
  • Guida: Su richiesta in inglese, francese
  • Orari e Calendario: Da Giugno a Settembre = 10:00 – 18:00 . Maggio e Ottobre 11:00 – 16:00
  • Recensioni Google: 707 recensioni – 4,7/5 Giudizio
  • Consigli: Il biglietto include la visita guidata al Parco Museo e alla nuova area del parco con gli animali della fattoria.

Consigli per cena

Ristorante SA TURRE

  • Location: Orosei (NU) – in città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (2417recen.) 

Agriturismo SU BIRDE

  • Location: Orosei (NU) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,6/5 (206 recen.) 

Ristorante S’ORTALE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,7/5 (83 recen.) 

Ristorante BELO HORIZONTE

  • Location: Orosei (NU) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (510 recen.) 

GIORNO 7 (29/08/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 7

Mattina

SPIAGGIA DI CALA CARTOE

piacevolmente travolti nell'azzurro mare del golfo di Orosei

Spiaggia di Cala Cartoe, abbastanza ampia con sabbia grossa e chiara, l’acqua azzurra e limpida con fondali a tratti profondi e sabbiosi con pietre e scogli ai lati sotto i promontori che racchiudono e riparano l’arenile. La spiaggia è conosciuta perché è stata insieme a Cala Fuili, una delle ambientazioni per il set di un famoso film negli anni ’70 di Lina Wertmuller, dal titolo “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” e il successivo remake.

  • Parcheggio: Presente gratuito
  • Accesso: A pochi metri dal parcheggio
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: La spiaggia di Cartoe si presenta come una distesa di sabbia chiara a grani medio fini, affacciata in un bellissimo mare dalle acque cristalline dai colori tra il verde, l’azzurro ed il turchese con un bellissimo fondale interessante anche per gli appassionati di snorkeling, specialmente in prossimità delle due piccole scogliere che cingono la spiaggia.
  • Protezione dal vento: Riparata dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling, hiking e trekking. 
  • Info utili: Ideale per relax e snorkeling.
  1. Magnifica strada panoramica da Cala Gonone
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

FARO DI CAPO COMINO

Antico faro e simbolo del luogo

Costruito nel 1903 ed attivato dalla Regia Marina nel 1925, è costituito da un edificio quadrangolare a tre piani intonacato di bianco che si erge su una scogliera che è l’estremo orientale della Sardegna. L’intera zona, anche nei pressi della spiaggia del Moletto di fronte all‘isola rossa, rappresentano ottimi punto panoramici e meta di persone che vogliono godere del silenzio e della natura selvaggia dell’area circostante, soprattutto in caso di vento poiché ha sempre aree riparate.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Alba o durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Il Moletto Ostricheria e Grill, qualche decina di metri prima del faro.
  1. Il Moletto Ristorante
  2. Faro di Capo Comino: Approfondimenti dal sito della Regione Sardegna.

Pomeriggio/Sera

SPIAGGIA
CAPO COMINO

sabbia finissima e candida, talmente bianca da diventare abbagliante

Una distesa di sabbia finissima e candida, talmente bianca da diventare abbagliante, alle cui spalle si innalzano enormi dune, tra le più grandi della costa orientale. La bellissima, ampia e lunga spiaggia di Capo Comino è un paradiso terrestre che fa parte dell’omonima borgata turistica di Siniscola e forma un unico litorale con s’Ena ‘e sa Chitta, ‘la spiaggia dei confetti’, stupendo tratto settentrionale (circa tre chilometri) del litorale. Camminando lungo il soffice arenile verso sud vedrai affiorare scogli sparsi, sino ad arrivare a Capo Comino: il promontorio è l’estremità più orientale della Sardegna che chiude a nord il golfo di Orosei.

  • Parcheggio: Presente un parcheggio a pagamento
  • Accesso: Adatto a tutti e raggiungibile facilmente dal parcheggio.
  • Servizi in loco: Presente un bar con stabilimento balneari
  • Spiaggia e mare: Si tratta di una lunga spiaggia caratterizzata da un arenile con sabbia bianca finissima e compatta. Si affaccia in un mare cristallino, caratterizzato da un fondale basso e sabbioso ideale per il bagno di bambini e famiglie, con dei colori bellissimi che presentano le diverse sfumature del verde smeraldo, dell’azzurro e del turchese.
  • Protezione dal vento: Esposta dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Surf, kitesurf, escursione di snorkeling.
  • Info utili: Oltre che una splendida spiaggia c’è la presenza anche di dune straordinarie che consigliamo di vedere.
  1. Faro di Capo Comino
  2. Dune di Capo Comino
  3. Relitto aereo di Capo Comino
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/ALTO
Luglio = ALTO
Agosto= ALTO

POSADA

Arroccato su una rupe e dominato da un castello: Ecco il borgo della Baronia

Si arrocca su un colle calcareo, sormontato da un castello, dalla cui cima osserverai uno splendido panorama. Posada, paese di tremila abitanti insignito della Bandiera arancione del Touring club e inserito nel club dei borghi più belli d’Italia, è uno dei luoghi più suggestivi dell’Isola per storia, cultura e paesaggi. Ai piedi del borgo si distende la valle del rio Posada (da risalire in kayak), ideale per amanti di natura e archeologia. 

  • Centro: Il centro storico è ideale per una passeggiata tra le viuzze del borgo con costruzioni medioevali ammirando antiche abitazioni e scorci, passando anche sotto i caratteristici archi. Arrivando fino alla cima del castello si potrà ammirare un bellissimo panorama sul mare, il Rio Posada e la sua foce, i monti circostante e la lunga spiaggia di Posada.
  • Castello della Fava: Potrai visitare la fortezza scalando il colle: ammirerai la torre e i ruderi della cinta muraria. Deve il nome a una leggenda, che narra dell’assedio di una flotta turca e dell’inganno ‘ingegnato’ dai posadini che fecero mangiare l’ultima manciata di fave a un piccione inducendo gli invasori a sovrastimare le loro risorse. Oggi conserva il fascino medievale: è un ‘labirinto di pietra’ con intricati vicoli, ripide scalinate, archi e piazzette inaspettate, che sanno di fughe e rappresaglie.
  • Chiesa di Sant’Antonio Abate: La Chiesa di Sant’Antonio Abate risale XIII secolo e fu la chiesa dove il 15 gennaio del 1388 si firmò la pace tra la giudicessa Eleonora d’Arborea e il Re Giovanni d’Aragona. Sicuramente un Must da vedere al centro del borgo.
  1. Posada, inserito tra i borghi più belli d’Italia.
  2. Castello della Fava: info costo e orari.

Consigli per cena

Trattoria DA MARCO E CATERINA

  • Location: Posada (NU) – in città
  • Cucina: Misto
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (1192 recen.) 

Trattoria LA SCARPETTA

  • Location: Posada (NU) – Fuori città
  • Cucina: Misto
  • Budget: €€ (medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (209 recen.) 

Ristorante/Bar L’ANTICO TERRAZZO

  • Location: Posada (NU) – In città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (166 recen.) 

Ristorante DA ANDREA

  • Location: Posada (NU) – In città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,7/5 (335 recen.)