IL TUO ITINERARIO

INTERO PERCORSO SU MAPPA

Dal 05-06-2022 al 09-06-2022 (5 giorni)

GIORNO 1 (05/06/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 1

Mattina

SPIAGGIA
PUNTA ACUTA

Splendida caletta, a pochi metri da una popolare

Provate ad immaginare una spiaggia fantastica con all’interno i reperti delle antiche colonne dell’impero romano. Ebbene, esiste: è la zona rappresentata dalla magnifica spiaggia di Punta Acuta e la più grande e popolare spiaggia di Zia Culumba. In epoca romana il granito che si trova vicino alla spiaggia, tanto era considerato meraviglioso, venne utilizzato per costruire una parte del Pantheon. Poco distante dalla spiaggia ci sono anche i resti di Tibula, il nome che i romani diedero al loro insediamento. La spiaggia di Punta Acuta è a forma di semicerchio, riparata dal maestrale con sabbia finissima e, manco a dirlo, con un’acqua dalle sfumature turchesi e verde smeraldo.

  • Parcheggio: Presente un piccolo parcheggio, dedicato soprattutto alla visita delle colonne romane. Inoltre le auto vengono parcheggiate lungo la strada nei pressi della spiaggia limitrofa di Zia Culumba.
  • Accesso: Diretto tramite la spiaggia di Zia Culumba e dopo circa 10/15 minuti di camminata. Bisogna superare anche le colonne romane  (da vedere). 
  • Servizi in loco: Totalmente assenti in spiaggia. Presenti bar e stabilimenti nella spiaggia limitrofa di Zia Columba.
  • Spiaggia e mare: La piccola caletta di Punta Acuta è a forma di semicerchio e presenta sabbia fine molto chiara che si immerge in un mare dalla sfumature turchesi e verde smeraldo. Il punto nord della spiaggia, conosciuto come Capicciolu, termina con l’antico modo di Tibula e con le cave di Capo Testa. 
  • Protezione dal vento: Riparata ai venti di maestrale, come la spiaggia di Zia Culumba.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling, trekking.
  • Info utili: Caletta molto piccola, si riempie facilmente ed in ogni caso quasi mai totalmente affollata. Presente un antica cava di granito utilizzata dai romani, fondale pieno di pesci e ricci, da perlustrare con maschera e pinne. 
  1. Antica cava romana
  2. Spiaggia Zia Culumba
  3. Diverse calette in punta, con e senza spiaggia, da esplorare anche in autonomia,
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

SPIAGGIA
VALLE DELLA
LUNA

Una perla, un paradiso immenso per una comunità hippie

C’è un luogo surreale in Sardegna, dalla bellezza primordiale e fermo nel tempo, un paesaggio ‘lunare’, solitario e selvaggio, pervaso dal profumo di elicriso, ginepro e mirto, con maestosi massi che vento e mare hanno levigato e plasmato in forme originali e insolite, simili a sculture. Cala Grande, ribattezzata ‘Valle della Luna’, è una valle che degrada fino al mare, incastonata tra due costoni granitici, dove compaiono meravigliose calette con acque turchesi che contrastano i colori dorati delle rocce e il verde della macchia mediterranea.

  • Parcheggio: Non è presente un vero e proprio parcheggio, le auto spesso vengono parcheggiate a bordo strada.
  • Accesso: Difficoltoso per persone con handicap e/o persone anziane. Dal parcheggio è necessario seguire un sentiero, senza ombra, fino ad arrivare alla prima cala, dopo circa 25/30 minuti di camminata.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti 
  • Spiaggia e mare: La zona è caratterizzata dalla presenza di diverse cale e da un paesaggio a dir poco superlativo. Nascoste tra la roccia granitica e la verde macchia mediterranea, in un ambiente pressoché incontaminato e caratterizzato dalla presenza di una piccola e stabile comunità hippie, che d’estate raddoppia di numero, troviamo tre bellissime calette rocciose: Cala di Mezzo, Cala Grande e Cala di L’Ea. Un bellissimo mare circonda la Valle, con dei colori tra l’azzurro ed il verde, ed acque limpide e cristalline.
  • Protezione dal vento: Esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, trekking, biking. 
  • Info utili:  La cala numero 1 è quella che si riempie per prima, consigliamo la caletta numero 3 anche in termini di bellezza. Zona incontaminata e che merita rispetto sotto ogni punto di vista. La piccola comunità di Hippie che ormai ci vive da più di 30 anni sarà una bella scoperta per voi.
  1. Monte La Turri all’interno della Valle Della Luna tra le diverse calette.
  2. Fontana La Turri
  3. Antica Cava Romana
  4. Roccia del Dinosauro
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/BASSO
Luglio = MEDIO/ALTO
Agosto= ALTO

Pomeriggio/Sera

VIEWPOINT CAPO TESTA

un panorama surreale, mozzafiato e lunare

Da questo splendido viewpoint potrete godere di un panorama surreale e mozzafiato, quasi lunare. La stranezza delle rocce e l’intensità del blu del mare inondano gli occhi in un trionfo paesaggistico molto raro da vedere. Perfetto in ogni ora del giorno, si raccomandano scarpe adatte per muoversi sulle rocce.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: Si, pochi minuti per arrivare al Belvedere dal parcheggio.
  • Orario ideale: Tramonto o durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Alcuni punti ristoro presenti nella via del parcheggio.

SANTA
TERESA DI
GALLURA

Un caratteristico borgo affacciato sulle bocche di Bonifacio

Il mare è l’indiscusso protagonista di Santa Teresa Gallura, borgo di circa cinquemila abitanti, che d’estate si moltiplicano con l’arrivo di decine di migliaia di turisti, che la animano fra aperitivi in locali alla moda e musica dal vivo. A oriente Porto Longone, dove sorge il porto turistico, a occidente la baia di Rena Bianca, distesa di sabbia finissima dai colori abbaglianti, a pochi passi dalla piazza principale del paese. Le sue limpide acque ammaliano con mille tonalità, più volte premiate con la ‘Bandiera Blu’. È controllata dall’alto dalla suggestiva torre di Longosardo, costruita per volere di Filippo II di Spagna. Un must, da passeggiate, aperitivi fronte tramonto e splendide cene a base di pesce.

  • Centro Storico: Il Centro Storico di Santa Teresa di Gallura è carino, caratterizzato dai colori e da piccole graziose botteghe.  Fa piacere fare una passeggiata, fino ad arrivare alla piazza principale vicino alla torre.
  • Punta Falcone: Per i viaggiatori in cerca di spiagge bianche dove potersi rilassare, Rena Bianca a Punta Falcone può essere considerata un piccolo paradiso. Questa lingua di sabbia è ubicata accanto alla Torre di Longosardo, must per foto al tramonto incantevoli, a pochissimi passi dal centro di Santa Teresa Gallura.
  • Capo Testa: Punta settentrionale dell’Isola. Lungo l’istmo che unisce la penisola-promontorio alla terraferma si distendono due bellissime spiagge: Rena di Ponente e Rena di Levante. Con qualsiasi condizione di vento, godrai del mare calmo frequentando una o l’altra. Sempre a Capo Testa, altre spiagge e calette tra Valle Della Luna e Cala Spinosa.
  • Sito Lu Brandali: Tra le cose assolutamente da vedere a Santa Teresa Gallura, il sito archeologico Lu Brandali merita un posto d’onore. Si tratta di un complesso nuragico gestito da una cooperativa di sole donne, curato nei minimi dettagli e composto da un nuraghe con due torri, una tomba dei giganti ed un villaggio capannonico.
  • Fortificazione Punta Falcone: La Batteria Ferrero di Punta Falcone è sicuramente tra i più suggestivi e imponenti Fortini Militari del Nord Sardegna. Visti dall’alto, i fortini e le caserme sono disseminate lungo tutta l’area.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Santa Teresa Di Gallura, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Sito Lu Brandali

Consigli per cena

Agriturismo DA PAOLINA

  • Location: Santa Teresa (SS) – Entroterra
  • Cucina: Terra (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (421 recen.) 

Trattoria BARABATTULA

  • Location: Santa Teresa (SS) – In città
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (243 recen.) 

Ristorante MUITA DI MARI

  • Location: Santa Teresa (SS) – In città
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Alto)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (125 recen.) 

Agriturismo LI NALBONI

  • Location: Santa Teresa (SS) – Entroterra
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (311 recen.) 

GIORNO 2 (06/06/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 2

Mattina

OLIVASTRI MILLENARI DI LURAS

4000 ANNI DI NATURA RACCHIUSI IN UN FAZZOLETTO DI TERRA

Sulle rive del Lago Liscia, in località Santu Baltolu Carana potrete ammirare gli olivastri millenari, tra i quali vi è l’esemplare più imponente d’Italia chiamato S’Ozzastru, dichiarato nel 1991 monumento naturale. Si dice che otto uomini non riuscirebbero ad attorniare il suo tronco anche se distendessero a tutta misura le loro braccia, pazzesco no? L’olivastro è alto 8 metri, la sua circonferenza è di 12 mt e la sua età stimata tra i 3000 e i 4000 anni, ne fa uno dei più “anziani” d’Europa. Le più rinomate guide naturalistiche lo segnalano tra i venti alberi secolari d’Italia. Un MUST della Gallura centrale.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non. 
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Durante il giorno
  • Punto ristoro nei dintorni:  Presente nei dintorni.
  1. Visita il sito, prenota il biglietto.

VIEWPOINT VALLE DELLA LUNA DI AGGIUS

rocce di strane forme e strade panoramiche

Tra le cose da fare nel borgo Bandiera Arancione di Aggius sicuramente ai primi posti c’è il percorso sulla strada panoramica della Valle della Luna. Per i naturalisti delle Università sarde è un “unicum”, raffrontabile con poche altre aree similari nella penisola e nel continente europeo. Ma le fogge strane e bizzarre delle emergenze granitiche che la caratterizzano, la loro diffusione all’interno di un’ampia conca racchiusa da una corona di creste anch’esse granitiche, cangianti al mutar della luce nell’arco della giornata, le conferiscono una certa spettacolarità, e un aspetto di forte suggestione anch’esso unico e singolare. La Valle della Luna è una distesa pianeggiante ma non uniforme, in piena armonia con la morfologia dell’altopiano gallurese circostante, ricadente nel cuore del territorio comunale del borgo Bandiera Ararncione di Aggius, circoscritta da una serie di colline arrotondate, dalle frastagliate cordigliere del Resegone di Aggius e dal massiccio di Pulchiana, siti di per se dalla grande valenza paesaggistica e naturalistica. Dal suo viewpoint, tra un aperitivo ed uno snack, ammirerete tutto questo splendore, tra cui la strada panoramica appena percorsa.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Presente nel viewpoint della Valle Della Luna.

Pomeriggio/Sera

AGGIUS

Lo splendido borgo immerso nelle pietre granitiche

Nel cuore della Gallura sorge un caratteristico borgo, che ti colpirà per la cura delle sue case in pietra granitica, considerate fra le più belle del territorio.
 Non a caso, l’economia di Aggius è basata su estrazione e lavorazione del granito, ma il paese è specializzato e famoso anche per produzione di tappeti, e in generale per l’arte della tessitura. Non solo, il paese ha anche ricevuto il riconoscimento Bandiera Arancione da parte del Touring club italiano. Passeggiando per il magnifico borgo non bisogna perdere il museo etnografico intitolato a Oliva Carta Cannas, al cui interno sono esposti oggetti e macchinari originali che raccontano storia, cultura e tradizioni di tutta la Gallura. Un altro museo cittadino, unico nel suo genere, è quello dedicato al banditismo ospitato nel palazzo della ‘vecchia Pretura’. Nei dintorni un paradiso naturale, la Valle Della Luna di Aggius, siti archeologici e stazzi galluresi. Sarà un’immersione nell’anima della Sardegna.

  • Centro Storico: Nel centro storico del paese, l’elemento predominante è il granito a vista, presente nelle murature degli edifici e nelle pavimentazioni di vie, vicoli e piazzette. Passeggiare nelle strette viuzze vi consentirà di esplorare il piccolo paese, tra arte e tradizione visibile ed esposta ovunque.
  • Parrocchia di Santa Vittoria: Stando ai documenti rintracciati in Curia Vescovile, fu eretta nel 1536. La struttura interna si presenta in uno stile Romanico-Barocco a croce latina con tre navate delimitate da archi molto alti
  • La chiesa della Madonna d’Itria: Isolata rispetto alle altre, fu costruita nel 1750 dalla famiglia Tirotto, in ringraziamento alla Madonna per il ritorno di un familiare caduto nelle mani dei Saraceni.
  • Museo del Banditismo: Senza correre il rischio di mitizzare la figura del fuorilegge e di esaltarne le sue gesta, l’obiettivo del museo è quello di diffondere valori positivi per la costruzione di una mentalità che favorisca l’affermarsi della legalità e della moralità pubblica a ogni livello. In un territorio come quello gallurese, protagonista del fenomeno del banditismo per circa tre secoli, questo polo culturale s’inserisce perfettamente, offrendo ai visitatori e ai residenti una panoramica su documenti, foto, filmati, oggetti e testimonianze del passato, ma soprattutto cercando di stimolare riflessioni su un futuro da costruire insieme. 
  • MEOC: Il Museo Etnografico Oliva Carta Cannas è un vero tesoro dell’Isola, situato all’interno di una struttura suggestiva per l’ampiezza degli ambienti espositivi e la particolare cura con cui è stata realizzata, che integra magistralmente la maestosità del granito, con spazi verdi. L’esposizione museale racchiude in sé tutta la ricchezza della storia, delle tradizioni e della cultura popolare gallurese, dal 1600 ai nostri giorni. 
  • Parco Della Degna: Un ottima location per fare una pausa pic nic e godere dei vari sentieri immersi in una natura incontaminata e spettacolare. Oltre a questo un paio di laghetti con un tripudio di vita tra cigni, anatre, pesci e tartarughe.
  • La Strada Panoramica nella Valle Della Luna: La magia di immense rocce di granito levigate in strane forme nel corso dei milioni di anni. In una magnifica strada da percorrere in auto/moto/camper di circa 3 km potrete godere di uno spettacolo unico: un paesaggio ed una vista più unica che rara.

MINITOUR
CENTRO STORICO
ALGHERO

Alla scoperta di un antica fortezza

Alghero Vecchia” è l’affascinante centro storico di Alghero, circondato da sette grandi torri e le antiche mura che si ergono ancora sul bordo del mare e che risalgono alle conquiste catalano-aragonesi del XVI secolo. Le strette strade acciottolate e i vicoli del centro storico sono in fermento fino a tarda notte. La zona chiusa al traffico è perfetta per godersi una piacevole passeggiata, dove è possibile trovare regali perfetti nei numerosi negozi artigianali, assaggiare i prodotti sardi nei locali tipici e visitare le antiche chiese.

  1. Piazza Civica: Nel suo incantevole centro storico, questa piazza è sicuramente il punto di partenza ideale, in prossimità del Porto di Alghero. In passato sorgevano le sedi istituzionali più importanti della città e da qua, in direzione centro storico, potrete ammirare i palazzi storici risalenti alla dominazione catalano/aragonese e quella dei Savoia.
  2. Cattedrale di Santa Maria: Il simbolo di Alghero, risalente al XI secolo, famosa per il suo alto campanile.
  3. Via Carlo Alberto: La via più importante e popolare del centro storico, qua potrete passeggiare, ammirare, scoprire ed acquistare souvenir tipici della tradizione algherese.
  4. Chiesa di San Francesco: Uno dei massimi esempi di architettura gotico-catalana in Sardegna. Si tratta di un complesso costituito dalla chiesa e da un convento affiancato alla chiesa, edificato probabilmente alla fine del XII secolo e che da sempre segna e propone l’incontro umano, evangelico e sociale dei frati francescani con la gente.
  5. Chiesa San Michele: È uno dei principali edifici sacri di Alghero, nonché tra i massimi esempi d’arte barocca in Sardegna, famosissima la sua cupola, uno delle immagini più note della città sardo-catalana.
  6. Museo archeologico di Alghero: Un magnifico museo, che nasce per acquisire, custodire e comunicare la memoria storica, sociale e culturale della città.
  7. Torre Del Sulis: Detta anche dello Sperone. E’ situata nell’omonima piazza ed ottimo punto di partenza per scoprire i bastioni, tra passeggiate al tramonto e gelati artigianali. E’ la prima torre ad est del fronte sud delle mura di Alghero, nonchè una delle 8 torri arrivate fino ai giorni nostri e presenti nel centro storico di Alghero. Un tempo, insieme alla cinta muraria, rappresentavano la fortificazione della città.
  8. Acquario del corallo rosso vivo: L’acquario, allestito all’interno della torre di San Giacomo, è il primo acquario di corallo vivo in Italia aperto al pubblico. Un progetto unico nel suo genere che darà l’opportunità a chiunque di poter ammirare diversi esemplari di corallo rosso del Mediterraneo vivo, il Corallium Rubrum.
  9. Bastioni e Belvedere: Uno dei pochi centri in Italia ad aver conservato quasi intatte mura e torri che da sempre la cingono. Oggi i suoi bastioni, dedicati ai grandi navigatori, Colombo, Pigafetta, Magellano e Marco Polo, sono diventati una suggestiva passeggiata.
  10. Porto di Alghero: Da qua partono imbarcazioni private e tour via mare in direzione Capo Caccia.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Alghero Experience: Attraverso la piattaforma puoi acquistare Alghero Ticket, il biglietto unico con cui scoprire le ricchezze storiche, archeologiche e naturalistiche dell’incredibile paesaggio culturale di Alghero.

Consigli per cena

Ristorante ALGUER MIA

  • Location: Alghero (SS) – Sul lungomare Lido
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (1172 recen.) 

Ristorante MOVIDA

  • Location: Alghero (SS) – Al Centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,0/5 (304 recen.) 

Ristorante DA MUSCIORA

  • Location: Alghero (SS) – Al centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€€ (Alto)
  • Recensioni Google: 4,9/5 (289 recen.) 

Agriturismo SA MANDRA

  • Location: Alghero (SS) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€€ (Alto)
  • Recensioni Google: 4,8/5 (1563 recen.) 

GIORNO 3 (07/06/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 3

Mattina

CALETTE
DEI PINI

Un'altro paradiso lungo la riviera del Corallo

La bellezza della città di Alghero non smette di farsi vanto con queste meravigliose piccole cale posizionate tra la spiaggia Le Bombarde e la spiaggia del Lazzaretto..

  • Parcheggio: Assente un vero e proprio parcheggio. I mezzi vengono parcheggiati lungo la strada
  • Accesso: Non adatto a persone in carrozzina. E’ presente un sentiero tracciato in mezzo alla macchia mediterranea che vi porterà direttamente nelle calette dopo 5 minuti di camminata.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: Il mare è cristallino, un verde smeraldo che tende all’azzurro; ha un fondale misto sia sabbioso che roccioso. Sono presenti 2 calette, con una spiaggia caratterizzata da sabbia bianco dorato e finissima.
  • Protezione dal vento: Riparata dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling, hiking e trekking. 
  • Info utili: Durante la stagione estiva consigliamo di recarsi la mattina presto. Ideale per relax e snorkeling. Suggeriamo la caletta numero III.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = MEDIO
Agosto= MEDIO/ALTO

Pomeriggio/Sera

GROTTE
DI NETTUNO

Sale lavorate dalla natura, tra stalattiti, stalagmiti e un lago sotterraneo

Nel cuore del promontorio di Capo Caccia si aprono gli scenari fiabeschi del mondo sotterraneo della Grotta di Nettuno. Gioiello naturale tra i più affascinanti di tutto il bacino Mediterraneo, la grotta è una vera e propria meraviglia geologica. Un bellissimo percorso interno vi permetterà di scoprire questo posto incantato, tra stalattiti, stalagmiti,  strane forme ed un incredibile storia avvolta da mistero e fascino. E’ raggiungibile con due distinti percorsi, uno via terra, l’altro via mare:

  • Orario: Marzo/Ottobre dalle ore 10:00 – 19:00 (Orari che possono cambiare in relazione al periodo)
  • Accesso via Terra: In soli 30 min. di auto dal centro di Alghero, dirigendosi verso Fertilia, raggiungerete il punto più estremo del promontorio di Capo Caccia dove si trova l’ingresso alla Escala del Cabirol. Se hai prenotato la tua visita è necessario raggiungere 40 minuti prima dell’inizio del tour il piazzale antistante la Escala del Cabirol, a Capo Caccia, al fine di rispettare i tempi di percorrenza della scalinata e di check-in. L’ingresso alla grotta è reso possibile tramite la famosa “Escala del Cabirol” (Scala del Capriolo): 654 scalini svelano il meraviglioso scenario a picco sul mare e sino al cuore della terra, là dove l’azzurro mare di Alghero e il cielo si uniscono in un abbraccio all’orizzonte.
  • Accesso via Mare: La Grotta di Nettuno è raggiungibile via mare tramite le imbarcazioni in partenza ogni giorno dal porto turistico della città catalana o dal molo di Cala Dragunara a Porto Conte. Un viaggio di circa 40 minuti durante il quale si può ammirare tutta la suggestiva Riviera del Corallo, la costa, i promontori rocciosi di Capo Galera e Punta Giglio, una natura selvaggia e incontaminata, inebriati dal profumo del mare. Giunti a Capo Caccia si approda direttamente all’ingresso della grotta: un bellissimo scenario cui fa da cornice l’Isola Foradada.
  • Ticket d’ingresso: Intero € 14,00 a persona. Costo dell’imbarcazione in caso di percorso via mare escluso (Solitamente € 10,00 a persona)
  • Prenotazione: Necessaria sia in caso di percorso via terra che via mare. Linea Grotte Navisarda e Frecce delle grotte sono le compagnie che effettuano corse giornaliere per le grotte di Nettuno (costo del biglietto che include sia il ticket delle grotte che il viaggio in barca). Nella sezione Link Utili maggiori info
  • Abbigliamento: Comodo adatto alla stagione, scarpe chiuse, crema solare, almeno 2 Lt. d’acqua
  • Recensioni Google: Numero recensioni 7008; Giudizio 4,4/5
  • Consigli: Per una visita completa consigliamo il percorso via mare che prevede la possibilità di vedere la magnifica costa della riviera del Corallo. NB: Non è considerata un escursione in barca visto che non sono previste pause bagno, snorkeling e non c’è alcuna spiegazione di ciò che state guardando, è solo un trasporto dal Porto all’ingresso delle grotte di Nettuno.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Grotte Di Nettuno: Info in merito apertura/chiusura, ticket e altro. Prenotare in caso in cui si pensa di effettuare l’accesso via terra.
  4. Linea Navisarda: Compagnia che da oltre 40 anni garantisce collegamenti giornalieri con le grotte di Nettuno. Contattare in caso in cui si pensa di accedere alle grotte via mare.
  5. Frecce delle grotte: Altra compagnia che garantisce collegamenti giornalieri con le grotte di Nettuno.

BELVEDERE CAPO CACCIA

tra falesie, cavità carsiche e oasi protette

È una porzione del grande ecosistema del parco di Porto Conte, del quale fa parte dal 2002. L’area protetta di Capo Caccia ­ Isola Piana comprende la baia di Porto Conte e il tratto tra Punta Giglio e Capo Caccia: un patrimonio naturale dal valore inestimabile, impreziosito da calcari ricchi di fossili e rare piante sulle rupi. Dal Belvedere, uno dei punti più alti di tutta la Riviera del Corallo, potrai ammirare enormi massicci precipitano in acqua con pareti costellate di cavità aeree e marine, popolati da volatili come il grifone nelle scogliere più impervie e il falco pellegrino a Punta Cristallo. In zona potrai visitare siti naturalistici e archeologici come l’Oasi protetta Le Prigionette, le magnifiche Grotte di Nettuno, il complesso archeologico di Palmavera e spaziare tra i numerosi percorsi a piedi/bicicletta. Un gioiello e simbolo di Alghero.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Tramonto o durante tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Baretto presente nei pressi dell’ingresso di Capo Caccia ed un piccolo bar presente a Cala Dragunara.

MUGONI SUNSET & DINNER EXPERIENCE

Tra grigliate, tramonti e mare cristallino

Una distesa di sabbia dalle tonalità varianti da ocra ad arancio, lunga due chilometri, alle spalle un bosco di pini ed eucalipti, dove ripararti dal sole, di fronte acque color smeraldo particolarmente calme, grazie alla posizione che garantisce riparo costante. Uno scenario in cui spiaggia, mare e natura si fondono, disegnando una scenografia da paradiso tropicale. Mugoni è sicuramente uno spettacolo viverla durante il tramonto, magari gustando un piatto tipico in uno dei vari bar/ristoranti presenti in spiaggia

  • Parcheggio: Ampio a pagamento. Qualsiasi mezzo.
  • Accesso: Per tutti dal parcheggio a pagamento posizionato a pochi metri dalla spiaggia.
  • Servizi in loco: Presenti diversi stabilimenti balneari, bar e ristoranti
  • Spiaggia e mare: Il mare è cristallino con una croma di verde smeraldo; ha un fondale basso e prevalentemente sabbioso. Sabbia chiara non finissima
  • Protezione dal vento: Parzialmente riparata dai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling e biking. 
  • Info utili: Consigliamo di prenotare uno dei bar/ristornati menzionati su Info e Punti D’Interesse
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Per cena affidati alle grigliate di pesce di Griglieria Meloni (info su +393493880432)
  4. Per cena affidati alle spaghettate del Risto Bar Mugoni (info al +393463073314)
  5. Per cena affidati alle delizie di mare del Bar/ristorante Le Ninfe (info al +393895010935)
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio= ALTO
Agosto= ALTO

GIORNO 4 (08/06/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 4

Mattina

LITORANEA ALGHERO/BOSA

un futuro patrimonio dell'unesco

Proposta tempo fa come patrimonio dell’Unesco e dell’umanità questa litoranea è un caleidoscopio di colori e un tripudio dei sensi da vivere in tutte le stagioni nonché protagonista di spot pubblicitari automobilistici d’effetto. Parliamo della strada provinciale 105, che a metà strada diventa 49 e comunemente conosciuta come Litoranea Alghero/Bosa: un nastro grigio sospeso tra mare e montagna, teatro di irresistibili panorami soprattutto al tramonto. Sono numerosi i viewpoints presenti lungo la strada ed ognuno offre splendidi ed incredibili viste su calette remote, paesaggi ricchi di macchia mediterranea, falesie e scogli piatti. E’ un paesaggio con pochissime costruzioni, che presenta solo alcuni ovili di pietra che danno sul mare, quasi delle sentinelle nel silenzio. Un Must nei dintorni di Bosa e Alghero.

  • Raggiungibile in: Qualsiasi mezzo a motore e non.
  • Parcheggio: Presente
  • E’ prevista una camminata: No
  • Orario ideale: Tutto il giorno.
  • Punto ristoro nei dintorni:  Assenti lungo la litoranea a parte in alcune spiagge (La Speranza, S’Abba Drucche).

Le Calette del Lazzaretto sono alcune piccole calette situate nelle vicinanze della spiaggia del Lazzaretto. Sono piccole insenature che si inseriscono in un bellissimo contesto paesaggistico, proprio ai confini del parco di Porto Conte. La conformazione caratterizzata dalla folta vegetazione posta alle spalle ci fa pensare ad una serie di piccole calette incontaminata. La distanza e l’isolamento le rendono adatte ai più avventurosi.

  • Parcheggio: Presente un piccolo parcheggio (10 auto circa). Molto spesso le auto vengono parcheggiate a bordo strada. 
  • Accesso: Non adatto a persone in carrozzina. E’ presente un sentiero tracciato, in discesa, in mezzo alla macchia mediterranea che vi porterà alla spiaggia dal parcheggio in circa 10/15 minuti.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti
  • Spiaggia e mare: L’arenile è formato da sabbia bianca non finissima, di colore scuro. Il mare è una bellissima distesa color turchese e azzurro, nel quale è possibile immergersi in assoluta tranquillità visto il fondale basso e sabbioso e le acque cristalline. Sono presenti rocce e scogli in prossimità dei due promontori. 
  • Protezione dal vento: Poco esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: SUP, kayak, snorkeling, hiking e trekking. 
  • Info utili: Durante la stagione estiva consigliamo di recarsi la mattina presto, essendo estremamente piccola viene riempita rapidamente. E’ molto interessante la parte rocciosa, caratterizzata da un suolo di scogli piatti, ideali in caso di spiaggia affolltata.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Bosa
  4. Trekking costiero

CALA
COMPULTITTU

Un luogo del cuore, una piccola e splendida baia

INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO
Luglio = Alto
Agosto= MEDIO/ALTO

Pomeriggio/Sera

I MURALES DI TINNURA

il piccolo paese-museo "a cielo aperto"

Tinnura, paesino di appena 250 abitanti, tra i più piccoli dell’Isola, sorge su un altopiano basaltico e si affaccia sulla fertile vallata di Modolo. Il paesino è un museo d’arte moderna ‘a cielo aperto’: nelle suggestive vie e piazzette lastricate, ammirerai monumenti e statue di artisti sardi (tra cui Simplicio Derosas e Pinuccio Sciola) e pittoreschi murales dipinti nelle facciate delle case, raffiguranti momenti di vita rurale e del borgo. Ti resterà impressa anche la varietà di colori dei pavimenti lastricati in trachite rossa, marmo bianco e basalto grigio delle strade, lungo le quali, in primavera, noterai le fibre vegetali esposte al sole per essiccare e poi essere usate nel confezionamento dei cestini.

  • Murales:  Nelle suggestive vie (soprattutto la via centrale) e piazzette lastricate, ammirerai  pittoreschi murales dipinti nelle facciate delle case, raffiguranti momenti di vita rurale e del borgo.
  • Omaggio al Redentore (Nuoro) e Sartiglia (Oristano): Un doppio murale realizzato da Pina Monne per celebrare il passaggio di Tinnura da provincia di Nuoro a quella di Oristano. 
  • La Tosatura: Una delle opera più belle realizzate da Angelo Pilloni. Il murale fa emergere una delle tradizioni agropastorali più note nell’isola, il momento della Tosatura.
  • Su Sabatteri: L’artista Loi crea un murale dedicato ad uno dei mestieri più antichi e tradizionali di Tinnura: il calzolaio.
  • Fontana dello zodiaco: Fontana realizzata nel 2004 dallo scultore Simplicio De Rosas in piazza del Sole. Dieci bocche in basalto rappresentano i segni zodiacali con una vasca a forma di V.
  • S’iscrarionzu: Nel 1999 lo scultore Carmine Piras realizzava, in pietra, una donna locale mentre creava uno dei noti Cestini Sardi usando la tecnica dell’intreccio dell’asfodelo.
  • Siti archeologici: Nel comune di Tinnura sono presenti anche il nuraghe monotorre e la tomba dei giganti Tres Bias.
  • Chiesa San’Anna e chiesa Santa Rita.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Tinnura e La Planargia, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Ceramiche artistiche di Pina Monne 

BOSA

Un incantevole e pittoresco borgo dove tradizione e modernità si fondono con curiosità e fascino.

Conoscete Paul Klee? Fu un artista tedesco e prediletto della pittura, del collage e delle incisioni. La vivace tela che rappresenta delle case colorate ed un castello è il miglior emblema di Bosa. Un fiume che passa nel mezzo, le basse casette della conceria da un lato, il quartiere medievale dall’altro, una massiccia mole di un castello posizionato su una collinetta a dominare tutto. Benvenuti a Bosa, uno dei borghi più belli d’Italia.

  • Centro Storico Sa Costa: Addentrandosi tra le viuzze del quartiere Sa Costa, si fa un balzo nel passato: si ritorna nel medioevo con un fascino aggiuntivo: Arte e Tradizione. Ci si perde piacevolmente tra tra le bellissime stradine lastricate, in una magnifica passeggiata tra vicoli, porticati, piazzette e ripide scalinate.
  • Ponte Vecchio: Un Ponte talmente bello che fu inserito da Skyscanner tra i 30 ponti più belli d’Italia, insieme quelli di Venezia, il ponte vecchio di Firenze e tanti altri.
  • Museo delle Conce:  Ospitato nei fabbricati adibiti un tempo alla concia delle pelli visitando questo museo farai un viaggio a ritroso nell’attività storica di Bosa.Un percorso ti illustrerà le tecniche di lavorazione.
  • Castello Malaspina: Costruito intorno al XII secolo dalla famiglia toscana dei Malaspina, dalla sua posizione, in cima a una collina, era possibile controllare tutte le terre e le eventuali incursioni nemiche. Ora è rimasto ben poco, se non l’ossatura, la cinta muraria e le imponenti torri di pietra.
  • Museo Casa Deriu: Illustra la produzione artistica e artigianale locale. Diviso in 3 piani tra mostre temporanee e filet di Bosa, arredi e decorazioni del palazzo signorile e un piano unico dedicato a Melkiorre Melis, la figura più rappresentativa del panorama artistico della Sardegna.
  • Duomo e altre chiese: Il duomo di Bosa rappresenta un esempio “raro” di stile Barocco Piemontese. Al suo interno è presente un imponente altare e diversi affreschi di Emilio Scherer. Interessanti anche la Cattedrale di San Pietro, la Chiesa di Nostra Signora del Rosario, la Chiesa di San Giovanni Battista e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli con l’annesso Convento dei Cappuccini.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Bosa, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Castello Malaspina d Serravalle
  4. Bosa Turismo 

Consigli per cena

Ristorante LOCANDA DI CORTE

  • Location: Bosa (OR) – In centro
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (493 recen.) 

Ristorante SA NASSA

  • Location: Bosa (OR) – In centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,4/5 (1064 recen.) 

Ristorante SA PISCHEDDA

  • Location: Bosa (OR) – Zona antiche concerie
  • Cucina: Mista
  • Budget: €€  (Medio)
  • Recensioni Google: 4,5/5 (679 recen.) 

Ristorante DA CRISTIAN

  • Location: Flussio (OR) – In Centro
  • Cucina: Mista 
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,7/5 (109 recen.) 

GIORNO 5 (09/06/2022)

MAPPA PERCORSO

ITINERARIO GIORNO 5

Mattina

OASI
LE PRIGIONETTE

Un oasi protetta, tra asinelli e cavalli allo stato brado

escursioni ad alghero oasi

La bellissima oasi protetta “Le Prigionette”, uno dei luoghi più sensibili e ricchi di biodiversità vegetale del Parco naturale regionale di Porto Conte, ad Alghero. Oasi di protezione faunistica storica, all’interno, attraverso una fitta rete di sentieri è possibile apprezzare i profumi e i colori tipici della flora mediterranea ed imbattersi nell’incontro di animali domestici come l’asinello sardo, l’asinello albino dell’Asinara, cavalli inselvatichiti negli anni di permanenza allo stato brado. All’ingresso del parco, lo staff competente potrà fornirvi i vari sentieri da fare, a piedi, in bike, in auto. Potrete seguire il più semplice percorso che dall’entroterra vi porterà in costa e fino al viewpoint su un affascinante Isola che vi lascerà sicuramente con il fiato sospeso

  • Orario: Maggio / Ottobre – 09:00 / 19:00 (dal martedì alla domenica)
  • Ticket d’ingresso: € 5,00 a persona
  • Prenotazione: Non è necessaria, consigliamo in ogni caso di chiamare per chiedere informazioni.
  • Abbigliamento: Comodo adatto alla stagione
  • Recensioni Google: 216 recensioni – 4,6/5 Giudizi
  • Consigli: La rete di sentieri permette, con semplicità, di esplorare l’oasi in maniera autonoma. Contattate il nostro servizio clienti in caso di necessità di una guida esclusiva.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Alghero Experience: Attraverso la piattaforma puoi acquistare Alghero Ticket, il biglietto unico con cui scoprire le ricchezze storiche, archeologiche e naturalistiche dell’incredibile paesaggio culturale di Alghero.

Pomeriggio/Sera

SPIAGGIA
EBI DOZZI

Una perla nascosta e unica, nella Nurra selvaggia

Immersa in territorio sassarese, questa spiaggia rappresenta l’essenza dell’isola, dove anche la semplicità della natura fa rima con la bellezza.  Immersa totalmente nella natura, è priva di servizi e regala un meraviglioso ambiente connesso con la natura incontaminata. Questa spiaggia, insieme a La Frana, rappresentano le calette in assoluto più selvagge di tutta la parte Nord Ovest dell’isola.

  • Parcheggio: Presente un piccolo parcheggio gratuito.
  • Accesso: Dal parcheggio, bisogna camminare per circa 10 minuti e scendere in una discesa ripida verso la spiaggia. Non adatto a persone anziane ed in carrozzina.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti.
  • Spiaggia e mare: Il mare è cristallino con una croma tendente al verde smeraldo; ha un fondale misto sabbioso, con tavolati rocciosi, scogli e vegetazione, che rendono il paesaggio piuttosto interessante. La sabbia è bianca di medie dimensioni, soprattutto ciottoli.
  • Protezione dal vento: Esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Trekking, biking ma anche snorkeling, SUP e kayak in caso di assenza di onde. 
  • Info utili: Di grande impatto la natura che sormonta alle spalle della cala con il verde che svetta sulle rocce grigiastre, con in contrasto i particolari colori del mare.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = BASSO
Luglio = BASSO
Agosto= MEDIO

SPIAGGIA
LA FRANA

Probabilmente una delle spiagge più selvagge della Sardegna

Una spiaggia che insieme alla cugina Ebi Dozzi caratterizza questa zona totalmente incontaminata. Si tratta di una spiaggia originatasi da una grande frana, ancora visibile, con un mare delizioso, tante rocce e tanti pesci.

  • Parcheggio: Presente un piccolo parcheggio gratuito.
  • Accesso: Dal parcheggio, bisogna camminare per circa 15 minuti e scendere in una discesa ripida, scivolosa e difficoltosa per 5 minuti. Non adatto a persone non allenate, anziane, in carrozzina, famiglie con bambini e che manifestano disturbi di Acrofobia.
  • Servizi in loco: Totalmente assenti.
  • Spiaggia e mare: La spiaggia è caratterizzata da un arenile di colore chiaro, di modeste dimensioni, con sabbia a grani medi. Il mare ha un fondale basso e a prevalenza roccioso, anche se non mancano ampi spazi sabbiosi. Con trasparenze cristalline e un colore tra il verde smeraldo e l’azzurro, questo tratto di costa è tra i più interessanti e selvaggi della zona.
  • Info utili: E’ sconsigliato portarci i bambini per la difficoltà nell’arrivare in spiaggia. Non utilizzate le infradito per scendere e fate in modo di avere le mani libere, perché il sentiero è scosceso e scivoloso. Tuttavia, nell’estate 2020 una turista è morta cadendo sulla sottostante scogliera mentre cercava di scendere in spiaggia. Il nostro consiglio è vedere questa splendida cala dall’alto.
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Donna muore a La Frana (Articolo La Nuova Sardegna)
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = BASSO
Luglio = BASSO
Agosto= BASSO

TRAMONTO A
PORTO FERRO

Una bella e profonda baia che protegge l'impervia spiaggia della Nurra

Una mezzaluna di sabbia lunga due chilometri, i cui granelli sottili dal particolare colore ambrato scuro, a tratti rossastro, a tratti dorato, si mescolano a conchiglie, incastonata tra l’area marina protetta di Capo Caccia e il capo dell’Argentiera. La bella e profonda baia di Porto Ferro protegge’ una delle spiagge più ampie dell’impervia costa della Nurra, nonché scelte tra le più belle della Sardegna dal Touring Club Italia, e più ‘sostenibili’ dalla FEE (Foundation for Environmental Education), insignita della Bandiera Blu nel triennio 2016-18. La spiaggia, mai affollata, è dotata di parcheggi e punti ristoro. Il fondale degrada dolcemente dalla riva, vento frequente e alte onde la rendono meta per appassionati di surf e windsurf

  • Parcheggio: Presente un piccolo e gratuito parcheggio.
  • Accesso: Adatto a tutti. Dal parcheggio si arriva facilmente alla spiaggia
  • Servizi in loco: Presenti diversi bar con stabilimento balneare ma anche una scuola di Surf e SUP. 
  • Spiaggia e mare: Il mare ha un fondale prevalentemente sabbioso, con la presenza isolata di qualche scoglio, presente anche lungo l’arenile. Ha una profondità bassa ed una bellissima policromia comprendente le sfumature del verde smeraldo e dell’azzurro cangiante. Alle spalle della spiaggia, oltre le dune, si estende la macchia mediterranea che ricopre di verde anche l’alto promontorio a nord.
  • Protezione dal vento: Molto esposta ai venti di maestrale.
  • Attività consigliate: Surf, windsurf e tutte le attività legate al vento. Trekking, biking. 
  • Info utili: Consigliamo di  fare una camminata fino alle 2 torri presenti sul lato Nord della spiaggia: Torre Negra e Torre Bianca. Nei pressi di quest’ultima c’è una caletta che risulta altamente frequentata da amanti del naturismo, inserita dal portale web inglese di viaggi e vacanze Skyscanner al quinto posto tra le spiagge nudiste più belle d’Europa la vista è formidabile. 
  1. Scarica gratuitamente la nostra Brochure su Alghero, creata appositamente per i nostri clienti.
  2. Affidati al nostro servizio di Tours guidati da Alghero, tra spiagge remote, villaggi, popolo locale e delizie enogastronomiche.
  3. Torre Bianca e Torre Negra
  4. Calette nella parte Nord della spiaggia
  5. Lago di Baratz e dune di Porto Ferro (protette)
INDICE AFFOLLAMENTO MEDIO (2021)
Da Ottobre a Maggio = BASSO
Giugno e Settembre = MEDIO/BASSO
Luglio = MEDIO
Agosto= MEDIO/ALTO

Consigli per cena

Ristorante ALGUER MIA

  • Location: Alghero (SS) – Sul lungomare Lido
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,3/5 (1172 recen.) 

Ristorante MOVIDA

  • Location: Alghero (SS) – Al Centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€ (Medio)
  • Recensioni Google: 4,0/5 (304 recen.) 

Ristorante DA MUSCIORA

  • Location: Alghero (SS) – Al centro
  • Cucina: Mista (prevalente mare)
  • Budget: €€€ (Alto)
  • Recensioni Google: 4,9/5 (289 recen.) 

Agriturismo SA MANDRA

  • Location: Alghero (SS) – Fuori città
  • Cucina: Terra
  • Budget: €€€ (Alto)
  • Recensioni Google: 4,8/5 (1563 recen.)